Ne parlo spesso nei miei articoli e negli esercizi che propongo durante i colloqui e le attività di formazione in aula. Ma non ho ancora ben specificato cosa come costruire una visione e cosa sia.

Con questo termine non intendo quello più economico della vision e mission d’azienda, che si trova suo libri di management. Ma intendo una visione positiva, la costruzione di nuova pensabilità positiva.

Essa è una vera e propria fase cruciale della costruzione del proprio business e secondo me una delle più cruciali ed importanti affinché tu riesca a raggiungere i tuoi obiettivi e il futuro che vorresti.

Cosa significa?

La vision positiva con empowerment

“Costruzione da parte della persona di una prefigurazione mentale in cui la nuova possibilità auspicata è già messa in atto (si tratta quindi di una anticipazione), ed in cui la persona di vede e si sente in uno stato cognitivamente ed emozionalmente positivo. …è frutto di una costruzione, non di un’idea improvvisa, né di un flash mentale”

M. Bruscaglioni – Persona Empowerment (p.68)

Uno strumento utilissimo, che io suggerisco di utilizzare spesso, per prendere decisioni, per capire se quello che vuoi costruire è davvero ciò che vuoi.

Per sforzarti di metterci energie e forza per raggiungere davvero i tuoi desideri.

Come sai sono contraria alle lamentazioni, preferisco investire tempo ed energie per costruire un futuro migliore, partendo dal mio. E in questo articolo voglio aiutarti un po’ a costruire anche il tuo, con qualche esempio.

Ma se ti senti scettico e preferisci un percorso personalizzato in cui ti aiuti concretamente nel tuo caso specifico, chiedimi un colloquio gratuito per valutare come posso aiutarti.

Perché costruire la vision positiva ti serve

  • Muove energie
  • Ti fa venire voglia
  • Ti aiuta a riconoscere le risorse interne ed esterne che ti servono per realizzarla
  • Fa scoprire nuovi dettagli che non avevi immaginato
  • Rende concreto ciò che prima era solo immaginato
  • Capisci se il tuo desiderio è autentico oppure vorresti altro

Come costruire una vision che funziona

Intanto direi che non si fa, si costruisce pezzo a pezzo con dedizione. Dettaglio per dettaglio. Caratteristica per caratteristica.

Provo a spiegarti come realizzarla con qualche esempio pratico.

Ambito lavorativo

Hai presente quando pensi al business che vorresti?

Ecco costruire la propria vision significa pensare a te che stai già lavorando in quel modo e in quel posto, hai già superato i colloqui che tanto temi o hai già i clienti che immagini.

Nel mio lavoro aiuto te Persona a costruire la visione positiva di te stesso nel desiderio già realizzato.

Iscrivendoti alla mia newsletter puoi anche scaricare l’esercizio per costruire una vision positiva che vorresti:

Ambito affettivo

Pensa al tuo partner ideale? Come è? Prova a fare l’identikit

Non è possibile trovare una persona che ti piace se non sai cosa stai cercando. Poi è chiaro che trovare la persona ideale, perfettamente rispecchiante i tuoi canoni non sarà possibile, ma qua non si sta parlando di costruire una vision realizzabile o no.

Ti sto parlando di costruire e concentrarti sul futuro che ti piacerebbe, sui tuoi desideri. Il resto verrà da sè… non ci credi?

Almeno prova prima di dire che è impossibile. L’idea è che se so quale treno sto aspettando, quando passa lo riconosco e scelgo se prenderlo o no!

Hobby e tempo libero

Ok vorresti più tempo per te. Ma per fare cosa?

Non basta dire che vuoi del tempo, che vorresti i tuoi spazi. Concentrati su cosa vuoi fare col tempo (o cosi soldi) che ti mancano. Come è la tua vita fra un anno, con te che hai quello che ora ti manca.

Anche qua niente cose vaghe (“sto meglio”, “è tutto fantastico”) dettagli concreti. Ad esempio: mi sono comprata quelle scarpe da ginnastica rosse che ho visto sul giornale e vado 2 volte a settimana a correre dalle 19 alle 20 con Maria sul lungolago… ecc… Più dettagli metti, meglio è.

I dettagli ti fanno venire la voglia, ti muovono le energie.

Si capisce cosa intendo con visione positiva?