Nel post precedente ti ho parlato di come individuare o scoprire i tuoi talenti. Ora vediamo come metterli in pratica nella tua quotidianità.

Capire i propri talenti è già difficile, vedere come utilizzarli tutti i giorni nel proprio lavoro o nella propria vita è un’altra cosa.

Ma anche qua cercherò di guidarti con alcune domande, in modo che con alcuni esercizi tu possa avvicinarti di più all’utilizzo migliore delle tue potenzialità.

Spero che con gli esercizi delle 7 domande del post precedente tu possa aver fatto un po’ di luce sulle tue capacità innate, su quelle cose che ti vengono bene senza sforzo.

Ora vediamo assieme con altre 3+3 domande come tradurli nella tua quotidianità (o in quello che ti serve):

Come utilizzare i tuoi talenti

Ora ti propongo 3 domande che ti aiutano a riflettere sull’uso che fai dei talenti che hai individuato:

Apparentemente non sarà semplice dedicare loro maggiore spazio. Ma se non usi i tuoi super-poteri a cosa servono? 

Bada bene: tutti vorremmo tra i super-poteri la lettura del pensiero, saper volare o altri macro-poteri da super eroe. Ma anche i fumetti e i film ci insegnano che i super-poteri possono essere tanti (vedi gli Avengers o gli X-Men) e anche quelli meno desiderabili alla fine si rivelano utilissimi.

Ma ricordati – ad utilizzare i tuoi “poteri” ci guadagni soprattutto tu.

Come?

  • in termini di meno energie spese perché sarà tutto più semplice se utilizzi ciò che ti viene facile e naturale.
  • ci guadagni anche per il fatto che se dai “sfogo” alle tue capacità ti sentirai maggiormente soddisfatta e la tua autostima ne troverà giovamento. Quindi, fatti un favore: utilizza la parte migliore di te il più possibile.
  • ci guadagnano le persone attorno a te perché ti vedranno più vitale, più felice, più sprint
  • magari potrai anche aiutare di più i tuoi clienti 😉


Insomma, come e se utilizzare i propri poteri dipende da ciascuno di noi, e sta nella nostra responsabilità personale farlo e fare felice noi stessi e le persone che ci sono accanto.

Scriviti a cosa ti possono servire nel concreto, fatti un elenco della loro utilità: anche qua sbizzarrisciti con la creatività, scrivi le cose anche ridicole e banali. Spesso quando non ci censuriamo escono le cose migliori!

Utilizza di più i tuoi talenti

Dopo aver fatto gli esercizi, prova anche a capire come poter utilizzare di più i tuoi super poteri nel quotidiano (anche qui troverai linee guida nel file che puoi scaricare nell’area privata)

Ad esempio nel mio caso, visto che sono una esploratrice e una schematizzatrice, posso trovare qualcosa da esplorare ogni giorno (una via della città nuova, un angolo del mio armadio – sì perché a volte pure il mio armadio mi sembra una foresta impervia da cui tirare fuori tesori nascosti, un nuovo libro…) oppure schematizzare la lista della spesa o qualche concetto importante. Pensa a cosa ti riesce bene… come lo puoi applicare?

Piccole cose, apparentemente insignificanti, ma che ti aiuteranno a dare spazio e tempo alle tue peculiarità e ad allenarti nella quotidianità a ricordarti di loro!

Più trovi modi per applicarli e ti alleni su quelli, più diventerà più automatico utilizzarli.

Ma soprattutto: scriviti i tuoi talenti da qualche parte – nel portafoglio, sulla tua scrivania, su un post-it e rileggiteli e riprendili ogni volta che ti senti giù. Fanno parte di te, nessuno te li toglie e sono speciali. Si tratta solo di applicarli un po’ ogni giorni per dare loro nuova linfa e nuovo potere. Sono un po’ come dei super-poteri che si auto-alimentano: più li usi più diventano forti e tu con loro.

Buon utilizzo 😉

Non sei sicuro dei tuoi talenti? Scopri come posso aiutarti ad individuarli