Come si migliorano professionalità e competenza?

Professionalità e competenze vanno a braccetto, nel convincere il tuo cliente ad affidarsi a te e acquistare.

Già in articoli precedenti ho parlato di professionalità e di competenze, ma ora vorrei legare questi concetti per creare un piccolo vademecum delle tre azioni da fare per accrescerle. E mostrarle ai propri clienti in modo efficace.

Il professionista è colui che sa, e soprattutto sa fare qualcosa.

Ed è ancora più professionale, quando a queste competenze tecniche, proprie del suo lavoro specifico, unisce una serie di competenze trasversali.

Quali?

  • puntualità
  • correttezza ed onestà
  • assertività
  • cura della relazione con l’altro
  • ascolto
  • chiarezza espositiva
  • completezza espositiva
  • abbigliamento adeguato
  • cura del corpo

Quindi, siamo professionali non solo quando svolgiamo il minimo tecnico richiesto dal nostro ruolo o mansione. Ma quando a questo aggiungiamo attenzione e cura nel cliente che ci riconosce degni di attenzione. Il professionista appare così corretto, competente, capace e attento all’altro.

Professionalità e competenza quindi vanno a braccetto, supportandosi a vicenda nel creare un’immagine del professionista convincente e coerente.

Professionalità e competenze: come accrescerle

Posto che abbiamo detto che queste caratteristiche del professionista dipendono soprattutto da competenze comunicative e relazionali, vediamo come si possono accrescere.

1. Preparati

Se prepari l’incontro con il cliente o la scaletta dell’argomento che vuoi trattare (ad esempio sui social in un diretta o in una riunione), apparirai più competente. Perché il tuo discorso sarà più lineare, tu sarai più sicuro di ciò che stia dicendo perché lo hai studiato, e sarai pronto alle domande eventuali.

Un professionista sa ciò che dice e cosa sta facendo, e trasmette questo attraverso al sua comunicazione.

2. Sii coerente nell’aspetto

Lo so, dirai che l’abito non fa il monaco. Ma non è così.

Le persone si basano sulla prima impressione, di cura e attenzione ai dettagli. E se vuoi sembrare professionale e competente ma ti presenti in pantaloncini e pigiama, la probabilità di essere ascoltato diminuisce notevolmente.

Certo, se la tua professionalità è già nota e riconosciuta le persone ti ascoltano lo stesso. Ma se stai lavorando sulla tua credibilità è importante tener presente e curare “che immagine voglio dare di me come professionista”.

Inoltre chiediti: “l’immagine che voglio dare di me, è coerente con ciò gli i miei clienti si aspettano?”. Questo per dirti di stare attento all’eccentricità e al gusto personale, ma porre sempre attenzione all’altro che ti sta osservando e si deve fidare di te.

Se sei proprio perso, preparati una bacheca Pinterest con i look che secondo te sono più idonei al tuo ruolo, e prendi ispirazione.

3. Raccontati

Racconta ciò che sai fare, non attraverso l’elenco dei titoli accademici e dei corsi di formazione svolti, ma con i fatti/progetti e con le recensioni dei tuoi clienti.

Mostra i risultati, se possibile, delle tue attività, fai sognare il cliente attraverso i tuoi progetti. Cura l’immagine di ciò che sai realizzare per mostrare la tua dedizione a ciò che fai.

Il cliente deve poter dire “ok, è abbastanza convincente, lo contatto”. E questo si ottiene raccontando ciò che sai fare, i benefici che può ottenere e come lo sai aiutare. Perché hai già aiutato altri in passato.

Purtroppo al giorno d’oggi se sei appena uscito dagli studi e non hai esperienza, difficilmente il cliente si affiderà a te per essere la tua prima “cavia”. Meglio fargli capire che hai già lavorato con altri, che sai il fatto tuo, che puoi aiutarlo ad ottenere ciò che vuole.

Quindi raccontati, con video ed immagini, con casi pratici e testimonianze.

Questo ti aiuterà ad accrescere la tua professionalità e competenza agli occhi degli altri. E a credere anche tu di più nelle tue potenzialità.